• DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
 

DIOCESI di ADRIA-ROVIGO

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sacro Cuore di Gesù, giornata di santificazione sacerdotale

E-mail Stampa PDF

Venerdì 23 giugno u.s. ha avuto luogo, presso il Seminario diocesano, la giornata di santificazione sacerdotale, in occasione della festa del Sacro Cuore di Gesù.

Ecco le parole del Vescovo Pierantonio

 

images/solennit_del_sacro_cuore_-_giornata_di_santificazione_sacerdotale_2017.docx

images/iornata_di_santificazione_sacerdotale_2017_-_fraternit_ed_evangelizzazione.docx

Giornata Mondiale del Rifugiato 2017

E-mail Stampa PDF

Anche quest’anno le associazioni e gli enti che nel nostro territorio sono impegnati nell’accoglienza dei rifugiati desiderano celebrare con la città di Rovigo e provincia la Giornata Mondiale del Rifugiato.

L’appuntamento, voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione delle persone che, in fuga da guerre, violenze e povertà, lasciano la propria casa per chiedere asilo nel nostro paese, si celebra quest’anno martedì 20 giugno.

La Caritas Diocesana, in collaborazione con tante altre realtà del territorio (Cooperativa Porto Alegre, Arcisolidarietà, Ass.Di tutti i Colori, Ass. I Druidi, Ass. Artinstrada, Ass Polesana della stampa, Ass. Articolo 21, Ass. INformazione Sociale), ha lavorato nell’organizzazione di alcuni eventi di informazione, sensibilizzazione e condivisione sulla tematica dei rifugiati e dell’accoglienza. Gli appuntamenti sono diversificati in modo da poter coinvolgere persone differenti per età ed interessi: la questione rifugiati può e deve farsi vicina a grandi e piccini, operatori e comuni cittadini.

Per la prima volta inoltre RifugiAMOci si apre inoltre all’intero territorio della provincia: non solo Rovigo quindi sarà teatro per i numerosi eventi, ma anche Adria e Occhiobello si sono messi a disposizione per ospitare alcuni momenti di convivialità, incontro e riflessione.

Questo nel dettaglio il ricco programma:

Leggi tutto...

Corpus Domini 2017

E-mail Stampa PDF

La solennità del Corpo e del Sangue del Signore ci offre l’occasione per una sosta di riflessione e di adorazione davanti all’Eucaristia, affinché il sacramento del corpo e del sangue del Signore diventi il centro della nostra vita di cristiani e della vita della Chiesa.
Le letture che la liturgia ci ha proposto mettono in evidenza il segno del pane: il pane rappresenta il nutrimento di cui l’uomo ha bisogno per vivere, un nutrimento che non può essere solo materiale ma che viene da Dio stesso. Gesù presenta se stesso come questo nutrimento che Dio offre all’uomo e che consiste nella persona stessa del Figlio di Dio. Gesù è «il pane vivo disceso dal cielo» e nel sacramento dell’eucaristia, sotto i segni del pane e del vino, egli continua a donare se stesso per la nostra salvezza.
Vorrei sottolineare come Gesù, offrendoci il pane e il vino dell’eucaristia, insista sul comando di mangiare e bere: non soltanto mangiare il pane e il vino, ma mangiare «la mia carne» e bere «il mio sangue». Queste espressioni, che hanno sconcertato chi per primo ha ascoltato questo discorso di Gesù nella sinagoga di Cafarnao, vanno comprese nel loro vero significato: «carne» e «sangue» rappresentano la sintesi dell’essere concreto di una persona; «mangiare» e «bere» sono segno di una assimilazione. «L’uomo è ciò che mangia» diceva un filosofo (Feuerbach) e questo vale anche per il cibo che è l’eucaristia. L’effetto dell’eucaristia è quello di farci diventare ciò che mangiamo e quindi di trasformarci in membra vive del corpo di Cristo.
E’ proprio in forza questa assimilazione che il sacramento dell’eucaristia ci mette in comunione con Cristo: «Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui»: nell’eucaristia il Signore Gesù non ci dà soltanto qualcosa di cui abbiamo bisogno, ma ci comunica tutto se stesso. La sua stessa vita divina ci viene partecipata e, come dice Paolo, non viviamo più per noi stessi, ma per Dio.

Leggi tutto...

Don Pino (Giuseppe) Fogagnolo nella luce eterna del Padre

E-mail Stampa PDF

 

 

Don Giuseppe (don Pino, per tutti) Fogagnolo - di anni 85 - ha chiuso oggi, 13 giugno, festa di S.Antonio - la sua lunga giornata terrena, spesa nel servizio in Cattedrale ad Adria, a Frassinelle S. Maria Assunta (inviato nel lontano 1959), al "don Bosco" in Commenda (per oltre 10 anni) e nelle varie caserme rodigine con le Forze Armate (Vigili del Fuoco, Croce Rossa e Guardia di Finanza). Da ricordare anche la sua attività di insegnante di Religione Cattolica (specie alla Ragioneria) e la collaborazione al "Centro Aiuto alla Vita".

Era stato ordinato il 26/6/1955. Per lui, dunque, oltre 60 anni di messa e dedizione encomiabile alla comunità cristiana diocesana. 

Ecco le parole del Vescovo Pierantonio durante la liturgia funebre dello scorso 16 giugno, nella Chiesa della Commenda.

Il saluto che desideriamo dare al nostro caro don Giuseppe è segnato dalla speranza cristiana, che viene espressa in modo particolare nell’eucaristia che celebriamo. Nella fede sappiamo che la morte non è l’ultima parola. Come abbiamo sentito nella prima lettura, Dio ha promesso di eliminare la morte per sempre e per questo ha mandato nel mondo il suo Figlio, pane vivo disceso dal cielo. Dice Gesù: «Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno, il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo» Come non possiamo pensare che questa promessa si compirà per questo nostro fratello che per ben 62 anni ha celebrato l’eucaristia e si è nutrito della carne e del sangue del Signore?

Leggi tutto...

ATTIVITÀ DEL VESCOVO DAL 18 AL 25 GIUGNO

E-mail Stampa PDF

Domenica 18 giugno: ore 9.30 celebra la messa e conferisce le cresime a Bottrighe; ore 19 in Duomo a Rovigo presiede la celebrazione cittadina della Solennità del Corpo e Sangue del Signore (Corpus Domini)

Lunedì 19 giugno: ore 9.30 presiede la Commissione per la Formazione permanente del Clero

Martedì 20 giugno: ore 16 al Centro Don Bosco porta un saluto all’Assemblea degli Insegnanti di Religione cattolica; ore 19 in Seminario celebra l’eucaristia di conclusione dell’anno scolastico

Mercoledì 21 giugno: ore 9.30 presiede la riunione dei Vicari foranei

Giovedì 22 giugno: ore 11 incontra i sacerdoti ospiti della casa del Clero; ore 17 partecipa ad Adria alla presentazione della pubblicazione della tesi di laurea di mons. Mario Furini e presiede la messa in Cattedrale

Venerdì 23 giugno: al mattino in Seminario partecipa al ritiro del clero per la “Giornata di santificazione sacerdotale”

Sabato 24 giugno: al mattino a Zelarino partecipa ad un incontro dell’Osservatorio giuridico-della CET con i responsabili dei Consultori familiari di ispirazione cristiana del Triveneto

Domenica 25 giugno: ore 11.15 a Granzette presiede la messa e conferisce il sacramento dell’unzione dei malati ai fedeli dell’Unità pastorale
___________________________________________________________

Dal pomeriggio di domenica 25 giugno fino alla serata di sabato 1 luglio partecipa al pellegrinaggio diocesano a Lourdes organizzato dall’UNITALSI (Sottosezioni di Adria e Rovigo)

___________________________________________________________

ORARIO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE
La Segreteria vescovile (tel. 0425 209633 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) è aperta nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30

ATTIVITÀ DEL VESCOVO DAL 25 GIUGNO AL 2 LUGLIO

E-mail Stampa PDF

Domenica 25 giugno: ore 11.15 a Granzette presiede la messa e conferisce il sacramento dell’unzione dei malati ai fedeli dell’Unità pastorale
___________________________________________________________

Dal pomeriggio di domenica 25 giugno fino alla serata di sabato 1 luglio partecipa al pellegrinaggio diocesano a Lourdes organizzato dall’UNITALSI (Sottosezioni di Adria e Rovigo)

___________________________________________________________

Domenica 2 luglio: ore 10.30 celebra la messa a Pezzoli di Ceregnano in occasione della Festa del Patrono S. Tommaso Apostolo

ORARIO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE
La Segreteria vescovile (tel. 0425 209633 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) è aperta nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30

Festa Famiglie 2017

E-mail Stampa PDF

Cari amici, questa sera, al termine di una giornata trascorsa assieme tra tante famiglie, abbiamo molte cose da offrire al Signore: “Tutto il buono che c’è” è lo slogan che ci ha guidato in questa festa e ora “tutto il buono che c’è” nelle nostre famiglie lo offriamo al Signore perché Lui ce lo ritorni come dono di Grazia, per continuare il nostro cammino.
Abbiamo gustato oggi la “bellezza dell’amore” (“Amoris laetitia”) presente nelle nostre famiglie e ora ci accostiamo alla fonte dell’Amore: l’eucaristia ci mette infatti in contatto con la Pasqua del Signore. E’ Lui, il Crocifisso Risorto che ci dona l’ Amore “forte come la morte”, quell’amore di cui anche noi abbiamo bisogno per riscattare la nostra vita familiare dalla pigrizia, dall’indifferenza e dall’egoismo. Il comandamento di Gesù “Amatevi gli uni gli altri come io vi ho amato” non è un obbligo che ci viene imposto, ma una possibilità che ci viene donata. Uniti a Cristo anche noi possiamo trovare la forza di amare come Lui: “fino alla fine”, cioè con tutto noi stessi.

Leggi tutto...

Festa dei chierichetti 2017

E-mail Stampa PDF

Avviso dall'Ufficio Economato

E-mail Stampa PDF

AVVISO circa le prossime scadenze Fiscali

MODELLO 730: entro il 7 luglio 2017
MODELLO UNICO Enti non commerciali: versamento entro il 30 giugno 2017 e successiva trasmissione ON LINE entro il 30 settembre 2017
MODELLO 770 Semplificato: presentazione/trasmissione ON LINE entro il 31 luglio 2017
MODELLO IRAP: versamenti entro il 30 giugno 2017 e successiva trasmissione ON LINE entro il 30 settembre 2017
ICI/IMU = Versamento prima rata entro il 16 giugno 2017

Si prega pertanto di presentare quanto prima la documentazione necessaria all’Ufficio Consulenza e Ufficio Economato, entro e non oltre il 10 giugno p.v.
 

Veglia di Pentecoste

E-mail Stampa PDF


Cari amici, il primo pensiero che vorrei esprimere è di gratitudine e di lode per i percorsi di santità e di apostolato che lo Spirito Santo suscita anche oggi nella nostra Chiesa. La santità infatti non nasce da cose straordinarie, ma viene coltivata nelle ordinarie condizioni di vita: nella famiglia, nel lavoro, nella vita sociale, in parrocchia. Dato che non si è mai cristiani da soli, ma sempre “cristiani insieme ad altri cristiani”, anche la santità cresce dentro un’esperienza comunitaria e mi piace pensare alle molte aggregazioni laicali presenti e attive nella nostra Diocesi come ad altrettante scuole di santità.
Ringrazio il Signore pertanto per i movimenti, le associazioni, le comunità che con la loro presenza arricchiscono la nostra chiesa diocesana. Ognuna di esse nasce da una particolare intuizione di una necessità apostolica e/o da un dono spirituale (il «carisma”) messo a disposizione della chiesa.
Vorrei sottolineare proprio quest’ultima espressione: «messo a disposizione della Chiesa»: la finalità apostolica o il dono spirituale che sta alla base del vostro stare insieme è finalizzato all’utilità della Chiesa. Dice San Basilio Magno: ««E questi doni ciascuno li riceve più per gli altri che per sé stesso […]. Nella vita comune è necessario che la forza dello Spirito Santo data all’uno venga trasmessa a tutti. Chi vive per conto suo, può forse avere un carisma, ma lo rende inutile conservandolo inattivo, perché lo ha sotterrato dentro di sé». Vi esorto pertanto a mettere a disposizione i vostri doni alla chiesa diocesana, superando la tentazione di pensare che il vostro dono è il più importante: nessuno possiede la totalità dello Spirito, solo nella comunione, che è scambio, condivisione, dialogo, confronto possiamo vivere la pienezza della realtà ecclesiale. E’ in fondo quanto stiamo vivendo questa sera in questa veglia di preghiera.

Leggi tutto...

NOTIFICAZIONE VESCOVILE SULLA CAUSA DI CANONIZZAZIONE DELLA BEATA MARIA BOLOGNESI

E-mail Stampa PDF

Ritengo opportuno rendere noto ai presbiteri e ai fedeli della Diocesi alcune decisioni relative alla causa di canonizzazione della Beata Maria Bolognesi, decisioni prese, in ottemperanza alla disciplina canonica che regola le Cause dei Santi, al fine di meglio evidenziare il carattere ecclesiale della causa di canonizzazione e del culto della Beata.

1.    Con decreto del 30 marzo scorso, ho provveduto a dichiarare che la Diocesi di Adria-Rovigo è l’unico attore della predetta causa di canonizzazione.
Il “Centro Maria Bolognesi”, che ha promosso la causa e a cui la Diocesi si è affiancata come coattore per iniziativa di mons. Lucio Soravito con decreto del 13 settembre 2013, ha mutato la sua configurazione giuridica in seguito alla modifica dello Statuto deliberata il 23 gennaio 2016, con cui è diventato “Centro Beata Maria Bolognesi ONLUS”. In seguito a tale modifica, per continuare ad essere attore della causa di canonizzazione, il Centro necessitava un nuovo riconoscimento da parte dell’autorità ecclesiastica, riconoscimento che non ho ritenuto opportuno concedere. La nuova veste giuridica assunta dal Centro, infatti, comporta significative conseguenze sia per quanto riguarda le finalità sia relativamente alla possibilità di applicare la normativa prevista dal diritto canonico per le associazioni private di fedeli.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 2

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »

Vescovo Emerito Lucio

Statistiche sito

Tot. visite contenuti : 522416

Utenti on-line

 177 visitatori online
Tu sei qui: Home