• DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
  • DIOCESI di ADRIA - ROVIGO
 

DIOCESI di ADRIA-ROVIGO

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Aperturta nuovo anno pastorale

E-mail Stampa PDF

COSTRUIRE LA COMUNITA'
il Vescovo Pierantonio apre il nuovo
Anno Pastorale, VENERDì 30 SETTEMBRE, ore 21.00,
in DUOMO a Rovigo.
Dopo aver incontrato i Sacerdoti della Diocesi nella giornata di giovedì 22 settembre,
il Vescovo Pierantonio aprirà il nuovo Anno Pastorale
con una Liturgia della Parola nella Chiesa Concattedrale del Duomo di Rovigo,
VENERDì 30 SETTEMBRE alle ore 21.00
Sarà una sosta di preghiera e di invocazione dello Spirito su tutta la Chiesa Diocesana, ed
anche un momento importante in cui ilVescovo ci offirà alcune attenzioni particolari da avere durante l'anno. Invitati tutti i presbiteri, le religiose e i religiosi, tutta la comunità diocesanai, e particolarmente i membri dei Consiglipastorali e delle Associazioni, i catechisti e gli animatori dei giovani.


 

Giovedì 22 settembre il Vescovo incontra il presbiterio diocesano

E-mail Stampa PDF

Ecco il suo intervento

Questo incontro – mi piace ricordare che la proposta è stata fatta da mons. Mario Furini nell’ultimo incontro del consiglio presbiterale – ha lo scopo di iniziare assieme, in un clima di condivisione, il cammino pastorale di questo nuovo anno. Non vi presento un programma ben definito e articolato, ma vorrei offrirvi alcune riflessioni frutto degli incontri e dei confronti avuti in questi mesi. Seguirà un momento di confronto e di condivisione tra voi in gruppi per raccogliere qualche indicazione che potrà essere preziosa per definire meglio il cammino di quest’anno pastorale.
Desidero iniziare con un ringraziamento per la cordialità e la simpatia con cui mi avete accolto. E’ stato un grande aiuto per cominciare a sentirmi «uno di voi». Ringrazio per la disponibilità che ho trovato quando ho proposto un trasferimento o ho chiesto di assumere un nuovo incarico, come pure della franchezza con cui qualcuno di voi mi ha fatto presente le sue difficoltà.
Conosco, per averle sperimentate personalmente nella mia diocesi di origine (da quando sono prete ho vissuto tre cambi di vescovi), le attese che l’arrivo di un nuovo vescovo suscita nel popolo di Dio e in particolare nei preti. Sono consapevole che non è possibile soddisfarle, come pure so che alcuni troveranno il mio modo di procedere lento ed esitante rispetto ai tanti problemi della diocesi, mentre altri lo giudicheranno precipitoso e poco meditato. A tutti chiedo la carità di aiutarmi con il consiglio e con un confronto schietto e sincero. Non abbiate paura di farmi presenti i vostri pareri e le vostre proposte: anche se poi le decisioni dovessero essere diverse, le vostre considerazioni saranno sempre motivo di riflessione e stimolo per cercare soluzioni sempre più adeguate.
In secondo luogo vorrei esprimere la mia preoccupazione di inserirmi in un cammino di chiesa che mi precede e che io sono chiamato a servire. In questi mesi ho richiamato più volte alla memoria un testo di un teologo, che avevo letto e messo da parte molti anni fa:

Leggi tutto...

ATTIVITÀ DEL VESCOVO DAL 25 SETTEMBRE AL 1° OTTOBRE

E-mail Stampa PDF

Domenica 25: celebra la messa e conferisce la cresima a Gavello (ore 10) e a Fratta Polesine (ore 17.30)

Lunedì 26: al mattino incontra i parroci che iniziano il ministero in una nuova parrocchia o unità pastorale

Martedì 27: al mattino visita il Museo della Bonifica a Ca’ Vendramin

Mercoledì 28: al mattino a Venezia partecipa al Collegio docenti della Facoltà di Diritto Canonico intervenendo sul tema «L'esortazione apostolica “Amoris laetitia”': prospettive generali e approfondimenti giuridico-canonici»

Giovedì 29: al mattino a Chioggia partecipa all’incontro dei Vescovi di Adria-Rovigo, Chioggia e Vicenza con gli alunni e gli educatori dei Seminari delle tre diocesi

Venerdì 30: a Zelarino partecipa alla riunione della Conferenza Episcopale Triveneta; ore 18 nella Chiesa parrocchiale di Lendinara celebra la messa per la festa della Patrona Santa Sofia; ore 21 in Duomo a Rovigo presiede la veglia di preghiera per l’apertura dell’anno pastorale

Sabato 1° ottobre: ore 17 ad Occhiobello interviene alla celebrazione per l’inizio del ministero di mons. Guido Lucchiari e don Alberto Rimbano come parroci "in solido" nella nuova Unità Pastorale di Occhiobello – S. Maria Maddalena; ore 18 a Stienta celebra l’eucaristia e conferisce la cresima

ORARIO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE
La Segreteria vescovile (tel 0425 209633 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) è aperta nei giorni di
martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30

ATTIVITÀ DEL VESCOVO DAL 18 al 24 SETTEMBRE

E-mail Stampa PDF

Domenica 18 settembre: rientra da Roma (corso di formazione per i nuovi vescovi)

Martedì 20: ore 15.30 presiede la riunione del Consiglio Diocesano degli Affari Economici

Mercoledì 21: al mattino riceve in Vescovado su appuntamento; ore 15.30 presiede la riunione dei direttori degli uffici diocesani; ore 21 incontra il consiglio provinciale del CTG (Centro Turistico Giovanile)

Giovedì 22: ore 9.30-12.30 in Seminario si incontra con il presbiterio diocesano

Venerdì 23: al mattino in Vescovado riceve su appuntamento

Sabato 24: al mattino presso il Centro Mariano di Rovigo incontra le religiose della diocesi all’inizio dell’anno pastorale; ore 18 celebra la S.messa e conferisce le cresime a San Bellino

ORARIO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE
La Segreteria vescovile (tel 0425 209633 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) è aperta nei giorni di
martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30

Tre appuntamenti per catechisti a settembre

E-mail Stampa PDF

Da venerdì 2 a domenica 4 settembre: «Il libro di Giosuè, pietra di passaggio nella fede, nel volto di Dio, nella Promessa. 2° Week End Biblico diocesano». Sarà occasione per leggere insieme un libro importante dell’Antico Testamento e con esso affrontare tematiche pienamente attuali: che cosa sia la violenza nella Bibbia, il rapporto tra scienza e fede, l’integrazione tra culture e l’identità. In allegato il programma e le modalità di partecipazione (info 346 3395166 Cinzia Girardello-Segreteria Scuola Formazione Teologica)

Sabato 10 settembre:  Incontro diocesano dei Catechisti presso Teatro don Bosco Rovigo, dalle 9.30 alle 12.00. Il consueto appuntamento di inizio anno avrà la presenza del vescovo Pierantonio e di fr. Enzo Biemmi, su una lettura di quanto stia accendendo in Italia con le sperimentazioni nella catechesi.

Da venerdì 23 a domenica 25 settembre: Giubileo mondiale dei catechisti a Roma, con papa Francesco. Siamo già in trentacinque dalla nostra diocesi che prenderanno parte a questo straordinario appuntamento giubilare: sono ancora disponibili una decina di posti.

Info
Ufficio Catechistico Diocesano di Adria-Rovigo
Curia vescovile - via G. Sichirollo 18 - 45100 Rovigo
ufficio: 0425209622     
mobile: 3281239823
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

LA DIOCESI DI ADRIA-ROVIGO PER LE POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA IN CENTRO ITALIA

E-mail Stampa PDF

La Caritas diocesana di Adria-Rovigo si fa portavoce della vicinanza di tutte le comunità cristiane e del vescovo, Pierantonio, alle persone colpite dal terremoto nella notte del 24 agosto scorso.
La vicinanza più immediata è nella preghiera di suffragio per chi ha perso la vita, e nell’affidare a Dio chi sente mancare la speranza.
Per dare un primo contributo invece alle necessità materiali, la nostra Diocesi aderisce alla Colletta nazionale di solidarietà disposta dalla Presidenza della CEI per domenica 18 settembre, e invita tutte le parrocchie, le chiese e i fedeli a parteciparvi con generosità. Le offerte andranno ad aggiungersi allo stanziamento immediato di un milione di euro dai fondi 8x1000, già disposto dalla CEI.
Chiunque avesse desiderio di fare donazioni può comunque inviare offerte alla Caritas di Adria-Rovigo, via Giacomo Sichirollo 58 – 45100 Rovigo, tramite il
C/C in essere presso Rovigo Banca – IBAN IT 23 H 08986 12200 012000023103 specificando nella causale:

“Colletta terremoto centro Italia”.

Chi fosse disponibile a offrire aiuto diretto nei territori colpiti come volontario può segnalarsi senz’altro presso la Caritas diocesana al numero 0425 23450. Tuttavia Caritas Italiana chiede di attendere indicazioni e di non inviare al momento volontari, sia singoli che organizzati, per non essere d’intralcio a chi sta ancora operando per il recupero delle vittime. 

Procede la nuova esperienza missionaria condivisa tra la Diocesi di Adria-Rovigo e la Diocesi di Vicenza

E-mail Stampa PDF

E' bene avviata e procede spedita la nuova esperienza missionaria condivisa tra la Diocesi di Adria-Rovigo e la Diocesi di Vicenza nella Diocesi di Beira in Mozambico. Oltre al Vescovo Pierantonio, erano presenti all'incontro che si è tenuto sabato scorso a Vicenza, il Vescovo di Vicenza mons. Beniamino Pizziol con il suo Vicario generale mons. Lorenzo Zaupa, il Vescovo di Beira, mons. Claudio Dalla Zuanna, i due preti vicentini che faranno parte dell'equipe missionaria, assieme al nostro sacerdote diocesano don Giuseppe Mazzocco, e i direttori dell'ufficio missionario di Adria-Rovigo (don Silvio Baccaro) e di Vicenza (don Arrigo Grendele).

Leggi tutto...

Giubileo diocesano dei catechisti, intervento del vescovo Pierantonio

E-mail Stampa PDF

Celebrare il giubileo significa fare esperienza dell’amore misericordioso di Dio per poterne poi essere testimoni davanti ai fratelli. Pertanto siamo invitati questo pomeriggio a fare memoria della nostra esperienza di Dio come Padre misericordioso: prima di essere catechisti, infatti, siamo discepoli, chiamati ogni giorno a rinnovare la nostra fede.
La pagina biblica che abbiamo ascoltato (Sir. 51, 13 – 30) è la testimonianza di un uomo che al termine della propria vita ripercorre il cammino fatto. Quando egli ancora molto giovane e non aveva l’età per viaggiare, sentì il desiderio di conoscere la sapienza. Andava al tempio e la chiedeva a Dio e godeva di poterla contemplare, come l’agricoltore gode vedendo i grappoli maturi. Il saggio si lasciava guidare dalla sapienza che lo aiutava ad agire con rettitudine. In tal modo egli trovò quello che cercava e conseguì nella vita dei risultati che gli diedero soddisfazione. Di conseguenza egli ora sente il bisogno di ringraziare Dio e di continuare ad essere fedele ai comandamenti di Dio, senza vergognarsi di essi.

Leggi tutto...

Omelia del Vescovo Pierantonio in occasione del Pellegrinaggio diocesano al "Santo" di Padova

E-mail Stampa PDF

Il pellegrinaggio alla Basilica di Sant’Antonio riveste quest’anno un significato tutto particolare, perché avviene nel contesto del Giubileo della misericordia. Abbiamo tanto sentito parlare di misericordia in questi mesi e questa sera vogliamo che a parlarcene sia Sant’Antonio stesso. Mi servirò pertanto di alcuni passi tratti da due Sermoni del santo, dedicati appunto alla misericordia.
Egli tratta della misericordia (Sermone della XVI Domenica dopo Pentecoste) proprio a partire dalle espressioni di Paolo riportate nella prima lettura tratta dalla lettera agli Efesini: «Radicati e fondati nella carità, siate in grado di comprendere con tutti i santi quale sia l’ampiezza, la lunghezza, l’altezza e la profondità, e di conoscere l’amore di Cristo che supera ogni conoscenza, perché siate ricolmi di tutta la pienezza di Dio». Misericordia per Antonio dunque è l’amore di Cristo, che sorpassa ogni conoscenza: la misericordia è un eccesso di amore, che si può comprendere a partire da queste quattro parole: ampiezza, lunghezza, altezza, profondità.

Leggi tutto...

Nota del Vescovo Pierantonio sull'esortazione apostolica "Amoris Laetita"

E-mail Stampa PDF

NOTA SULLA RECEZIONE IN DIOCESI DELL’ESORTAZIONE APOSTOLICA “AMORIS LAETITIA”

L’Esortazione Apostolica “Amoris Laetitia” è un testo importante ed impegnativo, che chiede di essere recepito sia attraverso una lettura attenta e meditata, sia tramite un confronto serio e condiviso non solo tra preti ma anche coinvolgendo gli sposi. Lo stile di questo documento pontificio infatti domanda non solo di assimilare dei contenuti, ma di mettersi in ascolto della vita reale delle nostre famiglie. Nel prossimo anno pastorale dedicheremo un’attenzione specifica all’Esortazione apostolica, per fare nostro il messaggio che contiene e verificare insieme come tradurlo nella nostra realtà pastorale. Nelle prossime settimane chiederò ai consigli diocesani e ai responsabili degli uffici pastorali, di elaborare qualche proposta da attuare a partire dal prossimo mese di settembre. Per il momento mi sembra importante sottolineare che il punto di partenza dell’Esortazione è l’invito a riproporre con forza la bellezza del messaggio cristiano sul matrimonio e sulla famiglia. E’ significativo quanto Papa Francesco afferma proprio al principio del testo: «Come hanno indicato i Padri sinodali, malgrado i numerosi segni di crisi del matrimonio “il desiderio di famiglia resta vivo, in specie tra i giovani, e motiva la Chiesa”. Come risposta a questa aspirazione “l’annuncio cristiano che riguarda la famiglia è davvero una buona notizia”» (A.L. n. 1). Siamo invitati pertanto a cogliere come il matrimonio e la famiglia, anche ai giorni nostri, sono la risposta ad un’aspirazione profonda del cuore umano. Far conoscere il progetto di Dio sul matrimonio e sulla famiglia è portare la buona notizia che è possibile vivere un amore fecondo, fedele ed esclusivo, capace di durare per tutta la vita.

Leggi tutto...

Giubileo diocesano dei sacerdoti, 3 giugno 2016

E-mail Stampa PDF

GIUBILEO DEI SACERDOTI
Ogni anno la solennità del Sacro Cuore ci offre l’occasione per rivedere la nostra vita di sacerdoti lasciandoci inondare dal torrente di grazia che sgorga dal Cuore del Figlio di Dio, un Cuore che arde di misericordia e di compassione per i peccatori. Nel clima di questo anno santo straordinario desideriamo in modo particolare sperimentare la misericordia di Dio per diventare poi ministri e testimoni di misericordia per i nostri fratelli. Per questo abbiamo bisogno di allargare il nostro cuore, perché, come il Cuore di Cristo, diventi capace di un amore più grande e più forte del peccato. Abbiamo bisogno di sciogliere le resistenze e le durezze del nostro cuore, abbiamo bisogno in altre parole di conversione.
Il gesto di attraversare la porta santa all’inizio di questa messa vuole esprimere proprio questa disponibilità. Ma che cosa rappresenta dal punto di vista spirituale questa porta per noi sacerdoti?

Leggi tutto...

Pagina 1 di 2

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »

Vescovo Emerito Lucio

Statistiche sito

Tot. visite contenuti : 463851

Utenti on-line

 64 visitatori online
Tu sei qui: Home